Il giorno del proprio matrimonio è uno dei momenti più importanti della vita di una donna, che farà di tutto per renderlo perfetto e indimenticabile. La sposa sarà al centro dell’attenzione di tutti durante la cerimonia e il ricevimento e per apparire al meglio di sé è importante che indossi un abito che rispecchi la sua personalità e la faccia apparire bellissima e a suo agio.

Quasi tutte le ragazze, pensando alle proprie nozze, hanno fantasticato sull’abito da sposa dei propri sogni, ma non sempre l’immaginazione diventa realtà. Nella scelta del vestito giusto, infatti, bisogna tener conto di molti fattori e può capitare che alla fine si acquisti un modello completamente diverso da quello immaginato.

Tipologia di cerimonia

Il primo elemento da considerare nella scelta dell’abito da sposa è la tipologia della cerimonia nuziale. Per un matrimonio civile solitamente la scelta si orienta su abiti più semplici e lineari e si può osare di più nei colori e nelle lunghezze. Un vestito corto, magari accompagnato da un cappello coordinato, può essere la scelta ideale e, in base alla stagione delle nozze, vi si possono abbinare accessori differenti e optare per colori pastello o tonalità più accese, specialmente d’estate.

Un matrimonio in chiesa, invece, abitualmente si associa a un abito più classico, lungo e tradizionalmente bianco. Si possono scegliere diverse tonalità di bianco, dal perla all’avorio, dal crema al ghiaccio, in base alla propria carnagione e al trucco scelto.

Scegliere in base alla propria costituzione

Coppia di sposi, con abito da sposa in primo piano.Lo scopo di tutti gli abiti e ancor di più quello del vestito da sposa, è di esaltare e valorizzare il fisico della donna che lo indossa, per questo motivo esistono alcuni modelli perfetti per chi è più magra e altri ideali per chi è un po’ più in carne, così come abiti in grado di far risaltare anche una donna non troppo alta e abiti perfetti per chi invece ha i centimetri dalla sua.

Una futura sposa minuta dovrebbe preferire abiti non eccessivamente vaporosi, che rischierebbero di farla scomparire invece che valorizzarla e puntare invece su modelli lineari e morbidi, magari con un taglio in stile impero, che tende a slanciare la figura. La scollatura a V, inoltre, è perfetta per creare profondità e “allungare” il fisico, mentre il velo e lo strascico non dovranno essere troppo lunghi per non contrastare eccessivamente con il corpo.

Una sposa invece un po’ in carne non deve cadere nel tranello di scegliere abiti dalle linee troppo larghe: invece di nascondere le rotondità, si finirebbe per evidenziarle! Si può quindi scegliere un modello lungo ma che abbia una linea in grado di mettere in evidenza i propri punti di forza: sì agli abiti ampi ma non troppo e decisamente no ai modelli a sirena o a sottoveste. Per migliorare la vestibilità dell’abito è possibile poi scegliere un intimo in grado di modellare il fisico e sottolineare la propria bellezza.

Altri consigli

Nella scelta dell’abito da sposa è importante farsi accompagnare dalle persone più care, in grado di consigliare e di essere sincere, ma anche di capire le esigenze della futura sposa e aiutarla a scegliere il “suo” vestito.

Il consiglio finale, valido per tutte le donne, è di iniziare la ricerca dell’abito da sposa con largo anticipo: in questo modo si potranno visitare diversi atelier, trovare tra le tantissime proposte quella più giusta e riuscire a modificare il vestito senza fretta per arrivare al giorno delle nozze con l’abito perfetto.